Mag
31

Elezioni amministrative Giugno 2017

 

Silvia Ghezzi

Sono Silvia Ghezzi e mi candido in consiglio comunale nella lista PD a sostegno di Ermanno Zacchetti Sindaco.

Nel 2012 ero candidata a sostegno del sindaco Eugenio Comincini.

Allora ero da poco arrivata a Cernusco e avevo fondato, con altre 13 mamme, l'associazione EcceMamma, e ne fui prima presidente.  Associazione che adesso è diventata un’importante realtà del territorio.

Presi 97 voti e il sindaco mi scelse nella sua squadra di assessori con la delega alle Politiche Sociali e Famiglia e altre deleghe minori.

Questi 5 anni al servizio della città sono stati tremendamente interessanti, intensi e molto belli.

Cernusco è una città viva con un tessuto associativo ricco, pieno di persone di valore che si spendono ogni giorno per rendere la nostra città più sostenibile, più accogliente e più umana. Collaborare con loro in questi anni è stato un privilegio.

Ho lavorato con associazioni e cooperative che operano nel campo della disabilità e degli anziani: ANFFAS, I Gigli nel Campo, Impronte Diverse, Enjoy Care, Arti e Mestieri Sociali Onlus, Auser, Amici del Tempo Libero, i sindacati dei pensionati, in particolare SPI CGIL e molti altri.

Caritas e Farsi Prossimo sono state partner fondamentali su tanti progetti, come quello dell’accoglienza agli immigrati, l’housing sociale, l’inclusione sociale delle persone con disabilità. 

La Filanda, un luogo nevralgico della città, è stato un altro partner con cui sono nati progetti nuovi e sperimentali rivolti alle famiglie: la Città della Famiglia, lo Sportello InfoFamiglia “Cernuscoinrete”, il Tempo Libero per Disabili, corsi con metodo Gordon per genitori, serate formative per genitori e adulti anziani sui temi del decadimento senile e della prevenzione alla salute e molti altri.

I progetti di cui vado più orgogliosa? Il mini camp “Amici per la Pelle”, rivolto a circa 10 bambini con disabilità e 20 normo-dotati, che una settimana all’anno vivono un’intensa esperienza di condivisione e inclusione.

E poi il Centro Diurno Integrato, inaugurato a inizio Aprile, in via Buonarroti 59, che ha richiesto un lunghissimo periodo di progettazione affinché fosse un luogo innovativo aperto alla città, ricco di servizi per gli anziani e per le loro famiglie.

E poi ancora il nuovo Condominio Solidale che partirà alla fine di questo anno e che offrirà risposte nuove ai bisogni di 15 nuclei, tra adulti in difficoltà, minori in tutela, disabili adulti, mamme sole con bambino e famiglie affidatarie.

E come non citare Accogli un Cernuchese, l’accoglienza dei nuovi residenti che ho fortemente voluto e che fa citare Cernusco da tutti i comuni limitrofi come massimo esempio di modernità e apertura.

Una lunga lista che potrebbe andare ancora avanti, che mi fa pensare a quante persone e quante storie ho incontrato in questi 5 anni. 

Alla fine, quello che più mi rende orgogliosa è un nuovo stile di amministrare, basato sull’ascolto dei bisogni, direttamente dai portatori di interesse, sulla collaborazione pubblico-privato, sulla sperimentazione e sull’innovazione, senza ideologie e chiusure o preclusioni a prescindere.

5 anni di impegno politico che mi hanno davvero arricchito come persona ed è questo quello che mi spinge a rimettermi in gioco.

Il bello di fare politica a livello locale è il contatto vero con le persone, con le loro storie, a volte drammatiche; è la possibilità di poter incidere positivamente nelle loro vite.

Io sono una persona molto fortunata, dalla vita ho avuto tutto e credo che sia giusto ridare al mondo una parte di quanto io ho avuto.

Ma certamente ci sono stati anche i fallimenti, aree su cui avrei voluto fare molto di più.

Sull’informatizzazione dei servizi a domanda individuale e la ristrutturazione dell’URP, per avere un punto di accesso al comune più facile e immediato c’è ancora tantissimo da fare.

Sul tema dei bisogni abitativi ci sono molte cose da sistemare e la nuova legge regionale che è appena uscita, sull’edilizia residenziale pubblica, sarà una grande occasione di rivedere processi, malfunzionamenti e inefficienze.

Altro insuccesso è stato l’Unione dei Comuni. Una nuova organizzazione dei servizi tra comuni che avrebbe permesso di unire le forze, la gestione e le buone pratiche con altri comuni vicini a noi. Ci abbiamo dedicato tanto tempo, ma alla fine per motivi politici non è decollata e a mio parere è stato la perdita di una grande opportunità.

Come sogno la mia città nei prossimi 5 anni?

Sogno una Cernusco ancora più accogliente e più solidale. Con una rete forte di famiglie disposte ad accogliere bambini attraverso varie forme di affido, dal più leggero all’affido professionale, e che grazie a questa rete possa lavorare molto sulla prevenzione del disagio nelle famiglie più deboli.

Solidale anche con i migranti, perché anche noi dobbiamo fare la nostra parte in una situazione di emergenza nazionale e abbiamo tutti gli strumenti e i numeri per farlo in maniera efficace e totalmente compatibile con i bisogni dei nostri cittadini. Ci sono già 12 migranti sul nostro territorio, non vedo ragioni per cui una città di 35.000 abitanti debba avere paura di ospitarne altri 50!

Sogno poi una città ancora più facile da vivere e attrattiva nei confronti dei cittadini degli altri comuni e dei turisti, perché Cernusco può avere servizi migliori, iniziative migliori, parchi migliori, più piste ciclabili, più spazi verdi, più eventi anche di livello internazionale, più associazioni sportive.

Siamo già sulla buona strada, ma certamente si può fare ancora molto.

Per tutti questi motivi mi ricandido e l’11 Giugno vi chiedo il voto, promettendovi che se avrò il vostro consenso contribuirò a rendere Cernusco sul Naviglio una città con una migliore qualità di vita, a dimensione di famiglia, di bambini, di disabili, di anziani.

 

Mag
31

Chi sono

Silvia Ghezzi

Ho 45 anni, sposata e ho 3 figli, di 15, 14 e 6 anni.  Toscana di origine, vivo a Cernusco sul Naviglio dal 2010 e ricopro la carica di Assessore alle Politiche Sociali e Famiglia dal 2012, nell'amministrazione di centro sinistra del sindaco Eugenio Comincini.

Sono laureata e ho vissuto vari anni all'estero. Tornata in Italia nel 2005, a Bologna, dove ho vissuto 5 anni e dove ho avviato un'attività imprenditoriale con altri soci, nel campo della tecnologia.

Ho fondato a inizio 2012, l'associazione Eccemamma, che è diventata un punto di riferiemento per le mamme di Cernusco.

Nell'ultimo anno e mezzo ho lavorato anche presso una società che gestisce ostelli in Italia e da poco più di due anni sono un host di Airbnb, affittando un appartamento di mia proprietà. 

A Cernusco mi sento a casa. Amo vivere qua e credo sia uno dei posti migliori in Italia dove far crescere i propri figli.

Mag
04

Risposta al consigliere Gargantini

In Folio - 24Aprile2014"Cara Assessore Ghezzi, se ci sei batti un colpo" scrive il consigliere Gargantini, su InFolio e sul suo Blog.
Ci sono, tutti i giorni, in Comune, una riunione dietro l'altra a cercare di fare andare avanti le cose. Poi non sono di quelli a cui piace troppo fare dichiarazioni in anticipo e promettere cose che non sono sicura di poter realizzare. La reputazione per me è importante e si costruisce sui fatti e sulla memoria......molti nostri politici nazionali dovrebbero ricordarselo più spesso.
Preferisco lavorare in silenzio, nell'ombra, fianco a fianco con gli uffici e poi espormi solo quando ho fatto. Si lo so, un po' strano per chi fa politica, né giusto né sbagliato, è semplicemente il mio stile.
Lo stile del consigliere Gargantini è invece quello di cercare sistematicamente lo show e il pubblico, tante più persone sono presenti tanto meglio è per partire con polemiche a tutto campo, passando di palo in frasca, senza una struttura e una logica. L'importante è sparare a zero ed essere visti.
Peccato che poi nelle sedi istituzionali spesso il consigliere latiti. Presente più o meno alla metà dei consigli comunali, forse perché ormai rappresenta solo se stesso e il suo gruppi consiliare si è spogliato di gran parte di coloro che lo avevano seguito all'inizio. Un esempio per tutti: all'assemblea pubblica sulla mensa all'Auditorium Maggioni, alla presenza di 200 persone non ha esitato ad alzarsi in piedi e fare il suo comizio contro l'amministrazione buttandoci dentro gli argomenti più disparati, peccato che poi non si sia presentato al consiglio comunale in cui si è discusso dello stesso tema. Capisco: c'è troppo poco pubblico ad un consiglio comunale, molto meglio fare lo show ad un'assemblea pubblica.
Cosa sto facendo e cosa ho fatto su informatizzazione e URP per migliorare la vita dei cittadini?

Fatto:

  • Seguito la migrazione al nuovo sito web del Comune, più moderno e più efficace.
  • Implementato una newsletter professionale su piattaforma Mailup
  • Collaborato costantemente alla migrazione e all'implementazione su piattaforma unica URBi del gestionale interno di tutto il Comune
  • Streaming Consiglio Comunale

Sto facendo:

  • Nuovo sistema di prenotazione ticket e di gestione della coda a URP e Anagrafe
  • Certificati online
  • Pagamenti tributi online
  • Iscrizioni online a servizi a domanda individuale
  • Wi-fi in Sala Consiliare, Sala Giunta e Sala Acquario
  • Archiviazione digitale dei documenti

Ci tengo inoltre a sottolineare che su Accogli un Cernuschese non ho fatto nessun PASTICCIO.
Il progetto è stato presentato dalle due associazioni EcceMamma e Talenti in Circolo e regolarmente approvato in giunta. Il progetto in questo suo primo anno di sperimentazione non è costato nulla al Comune, ha coinvolto più di 20 altre associazioni, 20 famiglie accoglienti e si è rivolto a circa 300 nuovi cernuschesi. Ah, dimenticavo: ad Accogli un Cernuschese ha partecipato anche l'associazione di cui Claudio Gargantini è fondatore (Cernusco Football Club)
QUINDI QUAL E' IL PROBLEMA???

Forse chi non è in Comune tutti i giorni non si rende conto della costanza e della perseveranza che sono necessarie per far andare avanti le cose, e non è una colpa dei dipendenti comunali, è un'inerzia intrinseca aggravata da norme, leggi, regolamenti, che costringono tutti a fare un sovrappiù di lavoro che chi sta fuori non vede.
Nemmeno il consigliere Gargantini li vede. Perché lui in Comune non c'è. E sono sicura che non è venuto a parlare con gli uffici per capire come lavorano, la mole di pratiche che devono portare avanti e i vincoli e i controlli a cui sono sottoposti. Da fuori sembra tutto facile e tutto possibile.
Un consigliere che vuole rappresentare la sua città dovrebbe prendersi la briga di passare un po' di tempo a parlare con le persone anche dentro il Comune.

Ott
04

Un po' di obiettivi raggiunti nel mese di Settembre

A volte si ha la percezione che non ci sia una fine nelle tante cose di cui un amministratore si occupa.

Quando poi i progetti iniziano a chiudersi allora arrivano anche le soddisfazioni.

Ecco qua una lista delle cose chiuse in questo mese, che sono il risultato di tanto lavoro da parte di tanti uffici diversi e spesso anche da parte di soggetti del territorio, in primis le associazioni che con il loro lavoro di volontariato sostengono le iniziative del comune.


1. Installazione dei fasciatoi in 6 luoghi pubblici di Cernusco

I fasciatoi donati da Centro Diagnostico Italiano di Via Torino a Cernusco, sono stati installati e collaudati nei seguenti luoghi:

Biblioteca Civica, Ufficio Relazioni con il Pubblico di Villa Greppi, palazzina Servizi Scolastici in via Cavour, Casa delle Arti, Auditorium Paolo Maggioni e bagni del Parco Azzurro dei Germani.

Restano da installare gli ultimi due fasciatoi, già a disposizione del Comune, che saranno sistemati nei prossimi mesi presso l'edificio ex Cariplo e nei bagni del Parco degli Alpini.

Vedi il comunicato stamp sul sito del comune.

 

2. Progetto "Accogli un Cernuschese"

Si è conclusa la prima iniziativa di accoglienza dei nuovi residenti di Cernusco.

Erano circa 240 i nuovi residenti che lo scorso sabato, 28 settembre 2013, hanno affollato La Filanda per il primo appuntamento di "Accogli un cernuschese". L'iniziativa dell'Amministrazione Comunale dedicata ai nuovi cernuschesi che punta a facilitarne l'inserimento nella comunità con l'aiuto di famiglie ed associazioni. Quello di sabato è stato il primo incontro e, per questa ragione, sono state invitati i nuovi residenti arrivati in città tra il primo settembre 2012 al 9 settembre 2013.

Grande la partecipazione anche delle associazioni del territorio che sabato erano presenti all'evento e numerose le "famiglie accoglienti" (circa 20) che hanno dato la loro disponibilità a fare da "tutor" a nuove famiglie residenti.

Al prossimo appuntamento, che si terrà verso la fine di gennaio 2014, saranno invitate a partecipare le famiglie arrivate in città dal 10 settembre 2013 a metà gennaio.

Vedi il comunicato stampa sul sito del comune.

 

3. Progetto "Mi Presti il Sale?"

La coesione sociale all'interno dei condomi. Questo è il focus del progetto "Mi presti il sale?" realizzato da Industria Scenica, Materiali Scenici, Comune di Cernusco e Provincia di Milano. Il condominio scelto è quello di Piazza Pirola in cui i condòmini sono stati coinvolti in eventi che hanno animato la piazza durante tutta l'estate e interviste, che verranno raccolte in un piccolo libretto e che verranno pubblicate da InFolio tra settembre e Dicembre e lette su Radio Cernusco Stereo ogni sabatao mattina per 10 settimane.

Vedi il comunicato stampa sul sito del comune.

Vedi alcune delle foto scattate durante gli eventi.

Vedi il video della serata conclusiva.

 

4. Decoro Urbano

Da fine settembre 2013 è attiva anche a Cernusco la possibilità di fare segnalazioni tramite smartphone grazie all'applicazione Decoro Urbano.

Le segnalazioni con Decoro Urbano integreranno (e non sostituiranno) quelle raccolte dall'Ufficio Relazioni con il Pubblico tramite i canali convenzionali (email, telefono e consegne cartacee) ma saranno più veloci, più istantanee e, perché no, anche più al passo con i tempi. Lo dimostrano gli oltre 4 milioni e mezzo di italiani che già usano l'applicazione.
L'adozione di Decoro Urbano è stata votata in Consiglio Comunale, su proposta del Consigliere Mauro Aimi del Movimento 5 Stelle.

Vedi il comunicato stampa sul sito del comune.

 

5. Consiglio Comunale in Streaming

Anche a Cernusco il consiglio comunale adesso è in streaming.
Grazie a:
Movimento 5 Stelle che lo ha chiesto, il presidente del consiglio Fabio Colombo che lo ha sollecitato e ha fornito il contatto del comune di Pioltello, l'Assessore Bottasini di Pioltello che ci ha accolto per illustrarci la loro soluzione tecnologica, lo staff di informatica del comune di Cernusco che ha messo in piedi l'infrastruttura, l'Assessore all'informatizzazione Ghezzi (io) di Cernusco che ha gestito il progetto.

Vedi il comunicato stampa sul sito del comune.

 

6. Tempo libero in Filanda e inclusione sociale

Al via i tre laborativi creativi ad accesso libero e gratuito, con personale preposto ad aiutare i ragazzi con disabilità.

La cultura dell'inclusione sociale si realizza anche scegliendo dove portare i propri figli nel tempo libero. Una vera opportunità per tutti!

Vedi il comunicato stampa sul sito del comune

 

7. I Marte-SANI: camminare insieme per la salute

Sono Gruppi di Cammino di persone che in maniera volontaria, gratuita e autogestita si ritrovano ogni settimana per camminare insieme.

Sono partiti a inizio Giugno su proposta dell'Assessore Ghezzi. L'organizzazione ha coinvolto le associazioni CAI, Amici del Tempo Libero, Banca del Tempo, AVIS e ANFFAS.

Ogni sabato mattina ci troviamo alle 8.30 presso il parcheggio di via Fontanile (Centro Sportivo), il secondo e il quarto sabato del mese, oppure in via Boccaccio angolo via Verdi, primo e terzo sabato del mese. I percorsi sono stati studiati e provati dal CAI, e ogni percoso varia da 6 a 10 km, con sempre la possibilità di fare il percorso breve se durante la camminata si accusa un po' di stanchezza. Il CAI fornisce anche gli accompagnatori titolati e volontari. Sostegno agli accompagnatori CAI è fornito dai volontari delle associazioni Amici del Tempo Libero e Banca del Tempo.

Ad oggi si sono iscritte circa 50 persone di cui 30-35 camminano assiduamente ogni settimana.

Un po' di foto della presentazione del progetto

Un po' di foto della prima camminata

Scarica il volantino del mese di ottobre

 

COMING SOON

Quello che bolle in pentola e che presto sarà concretizzato è:

  • Progetto "Nessuno escluso" momenti di ascolto delle famiglie di person con disabilità per una recognizione puntuale dei bisogni e per cercare di csotruire insieme le soluzioni
  • Protocollo di Housing tra Comune, Farsi Prossimo e Fondazione San Carlo per rendere disponibili alloggi privati a canoni più bassi di quelli di mercato, in modo da dare una risposta in più all'emergenza abitativa
Gen
29

Croce Bianca per "Questioni di Cuore"

Quando si parla di cittadinanza attiva, di volontariato, di senso civico, non si può fare a meno di pensare a Croce Bianca. Qui a Cernusco una presenza costante, una certezza. Li conosco bene, alcuni di loro, sono persone oneste che fanno ciò che fanno con professionalià e passione.

Non è cosa comune mettere le proprie competenze a disposizione della comunità. Loro lo fanno, a tutte le ore del giorno, di notte, nei fine settimana, non solo sulle ambulanze ma anche nelle piazze, nelle scuole e in giro per la città per fare formazione gratuitamente alla città. Loro danno il buon esempio a coloro che la sera si chiudono in casa e stancamente pensano di aver già dato e non aver più tempo né risorse per altro che non sia famiglia o lavoro.

Quest'anno, in occasione del suo 50° anno dalla fondazione Croce Bianca organizza una serie di iniziative formative per la cittadinanza. Il progetto si chiama “Questione di Cuore” e i volontari della Croce Bianca non lasciano indietro nessuno: formazione di pronto soccorso rivolta a chi si prende cura dei bambini, a chi fa parte di associazioni sportive e culturali, ai bambini delle scuole elementari e medie, agli studenti delle scuole superiore, e infine a non ultimi a tutti i cittadini attraverso un corso aperto a tutti e attraverso dimostrazioni pratiche in piazza.
“Questioni di Cuore” si pone l’obiettivo di rendere i cittadini più consapevoli del ruolo che possono assumere nelle situazioni di emergenza legate alla salute.

Qua il calendario delle iniziative che mirano a diffondere nella città la cultura del primo soccorso.

Corso di Pronto Soccorso Pediatrico

Mercoledì 30.1 h 17-19.30
Sabato 2.2 h 9.30-12
Eventuali: Mercoledì 6.2 h17-19.30
Sabato 9.2  h9.30-12
La durata degli incontri è di 2h30' circa.
Il corso di PS Pediatrico gode della collaborazione tra Croce Bianca, Comune, Enjoy Sport, Eccemamma. Ognuno ha messo un pezzetto per realizzare questo importante momento formativo per chi si prende cura dei bambini: mamme, papà, nonni, tate.

 

Corso rivolto alle associazioni sportive e culturali

Dalle 20.45 alle 22.45 in biblioteca

26 febbraio  - Urgenze ed emergenze mediche, prima parte
5 marzo   - Urgenze ed emergenze mediche, seconda parte
12 Marzo - Basic life Support
19 marzo -  Traumi

 

Dimostrazione e prove pratiche di Basic Life Support

Domenica 17 marzo in piazza matteotti, tutto il giorno

 

Corso rivolto a tutta la popolazione

Dalle 20.45 alle 22.45 in Auditorium maggioni

martedi 7 maggio - Urgenze ed emergenze mediche, prima parte
martedi 14 maggio -  Urgenze ed emergenze mediche, seconda parte
martedi 21 maggio - Basic life Support
martedi 28 maggio  - Traumi

 

Per quanto riguarda il progetto nelle scuole superiori la Croce Bianca di Cernusco torna, dopo alcuni anni di assenza, ad offrire corsi di primo soccorso nelle scuole superiori del territorio cittadino, con il motto “Conoscere per prevenire”.
Con questo corso la Croce Bianca intende affrontare il problema degli incidenti stradali che sono la prima causa di morte e invalidità tra i giovani italiani, e che spesso hanno come cause l’abuso di alcool o sostanze stupefacenti.
Nella speranza di creare una campagna di prevenzione basata sulla consapevolezza e sulla conoscenza delle basi biologiche degli stupefacenti, Croce Bianca, in accordo con la professoressa Scotto e la Presidenza dell’ITSOS di Cernusco sul Naviglio, organizzerà, nel mese di febbraio di quest’anno, un ciclo di incontri, con l’obiettivo di illustrare ai ragazzi delle classi quinte le conseguenze sul corpo umano dell’assunzione di differenti tipi di sostanze psicoattive. Ogni classe sarà coinvolta in due incontri, una lezione frontale ed una sessione pratica, entrambe della durata di circa due ore. Nel primo incontro saranno dapprima descritti gli effetti dell’alcool e di diversi tipi di droghe sul corpo umano, ponendo particolare attenzione alle conseguenze dell’assunzione di queste sostanze sulla guida di veicoli; quindi verrà spiegato cosa fare e cosa non fare nel momento in cui ci si trovi a dover soccorrere una persona diventata incosciente o vittima di un incidente stradale. Nel successivo incontro pratico, gli studenti avranno l’occasione per provare sui manichini, guidati e affiancati da istruttori della Croce Bianca di Cernusco, le tecniche per immobilizzare una persona che abbia subito un incidente stradale e le manovre di rianimazione cardiopolmonare da iniziare nell’approccio al paziente incosciente.

Non c’è dubbio che i volontari di Croce Bianca nel loro progetto "Questioni di Cuore" il cuore ce lo mettono davvero!