Ott
04

Un po' di obiettivi raggiunti nel mese di Settembre

A volte si ha la percezione che non ci sia una fine nelle tante cose di cui un amministratore si occupa.

Quando poi i progetti iniziano a chiudersi allora arrivano anche le soddisfazioni.

Ecco qua una lista delle cose chiuse in questo mese, che sono il risultato di tanto lavoro da parte di tanti uffici diversi e spesso anche da parte di soggetti del territorio, in primis le associazioni che con il loro lavoro di volontariato sostengono le iniziative del comune.


1. Installazione dei fasciatoi in 6 luoghi pubblici di Cernusco

I fasciatoi donati da Centro Diagnostico Italiano di Via Torino a Cernusco, sono stati installati e collaudati nei seguenti luoghi:

Biblioteca Civica, Ufficio Relazioni con il Pubblico di Villa Greppi, palazzina Servizi Scolastici in via Cavour, Casa delle Arti, Auditorium Paolo Maggioni e bagni del Parco Azzurro dei Germani.

Restano da installare gli ultimi due fasciatoi, già a disposizione del Comune, che saranno sistemati nei prossimi mesi presso l'edificio ex Cariplo e nei bagni del Parco degli Alpini.

Vedi il comunicato stamp sul sito del comune.

 

2. Progetto "Accogli un Cernuschese"

Si è conclusa la prima iniziativa di accoglienza dei nuovi residenti di Cernusco.

Erano circa 240 i nuovi residenti che lo scorso sabato, 28 settembre 2013, hanno affollato La Filanda per il primo appuntamento di "Accogli un cernuschese". L'iniziativa dell'Amministrazione Comunale dedicata ai nuovi cernuschesi che punta a facilitarne l'inserimento nella comunità con l'aiuto di famiglie ed associazioni. Quello di sabato è stato il primo incontro e, per questa ragione, sono state invitati i nuovi residenti arrivati in città tra il primo settembre 2012 al 9 settembre 2013.

Grande la partecipazione anche delle associazioni del territorio che sabato erano presenti all'evento e numerose le "famiglie accoglienti" (circa 20) che hanno dato la loro disponibilità a fare da "tutor" a nuove famiglie residenti.

Al prossimo appuntamento, che si terrà verso la fine di gennaio 2014, saranno invitate a partecipare le famiglie arrivate in città dal 10 settembre 2013 a metà gennaio.

Vedi il comunicato stampa sul sito del comune.

 

3. Progetto "Mi Presti il Sale?"

La coesione sociale all'interno dei condomi. Questo è il focus del progetto "Mi presti il sale?" realizzato da Industria Scenica, Materiali Scenici, Comune di Cernusco e Provincia di Milano. Il condominio scelto è quello di Piazza Pirola in cui i condòmini sono stati coinvolti in eventi che hanno animato la piazza durante tutta l'estate e interviste, che verranno raccolte in un piccolo libretto e che verranno pubblicate da InFolio tra settembre e Dicembre e lette su Radio Cernusco Stereo ogni sabatao mattina per 10 settimane.

Vedi il comunicato stampa sul sito del comune.

Vedi alcune delle foto scattate durante gli eventi.

Vedi il video della serata conclusiva.

 

4. Decoro Urbano

Da fine settembre 2013 è attiva anche a Cernusco la possibilità di fare segnalazioni tramite smartphone grazie all'applicazione Decoro Urbano.

Le segnalazioni con Decoro Urbano integreranno (e non sostituiranno) quelle raccolte dall'Ufficio Relazioni con il Pubblico tramite i canali convenzionali (email, telefono e consegne cartacee) ma saranno più veloci, più istantanee e, perché no, anche più al passo con i tempi. Lo dimostrano gli oltre 4 milioni e mezzo di italiani che già usano l'applicazione.
L'adozione di Decoro Urbano è stata votata in Consiglio Comunale, su proposta del Consigliere Mauro Aimi del Movimento 5 Stelle.

Vedi il comunicato stampa sul sito del comune.

 

5. Consiglio Comunale in Streaming

Anche a Cernusco il consiglio comunale adesso è in streaming.
Grazie a:
Movimento 5 Stelle che lo ha chiesto, il presidente del consiglio Fabio Colombo che lo ha sollecitato e ha fornito il contatto del comune di Pioltello, l'Assessore Bottasini di Pioltello che ci ha accolto per illustrarci la loro soluzione tecnologica, lo staff di informatica del comune di Cernusco che ha messo in piedi l'infrastruttura, l'Assessore all'informatizzazione Ghezzi (io) di Cernusco che ha gestito il progetto.

Vedi il comunicato stampa sul sito del comune.

 

6. Tempo libero in Filanda e inclusione sociale

Al via i tre laborativi creativi ad accesso libero e gratuito, con personale preposto ad aiutare i ragazzi con disabilità.

La cultura dell'inclusione sociale si realizza anche scegliendo dove portare i propri figli nel tempo libero. Una vera opportunità per tutti!

Vedi il comunicato stampa sul sito del comune

 

7. I Marte-SANI: camminare insieme per la salute

Sono Gruppi di Cammino di persone che in maniera volontaria, gratuita e autogestita si ritrovano ogni settimana per camminare insieme.

Sono partiti a inizio Giugno su proposta dell'Assessore Ghezzi. L'organizzazione ha coinvolto le associazioni CAI, Amici del Tempo Libero, Banca del Tempo, AVIS e ANFFAS.

Ogni sabato mattina ci troviamo alle 8.30 presso il parcheggio di via Fontanile (Centro Sportivo), il secondo e il quarto sabato del mese, oppure in via Boccaccio angolo via Verdi, primo e terzo sabato del mese. I percorsi sono stati studiati e provati dal CAI, e ogni percoso varia da 6 a 10 km, con sempre la possibilità di fare il percorso breve se durante la camminata si accusa un po' di stanchezza. Il CAI fornisce anche gli accompagnatori titolati e volontari. Sostegno agli accompagnatori CAI è fornito dai volontari delle associazioni Amici del Tempo Libero e Banca del Tempo.

Ad oggi si sono iscritte circa 50 persone di cui 30-35 camminano assiduamente ogni settimana.

Un po' di foto della presentazione del progetto

Un po' di foto della prima camminata

Scarica il volantino del mese di ottobre

 

COMING SOON

Quello che bolle in pentola e che presto sarà concretizzato è:

  • Progetto "Nessuno escluso" momenti di ascolto delle famiglie di person con disabilità per una recognizione puntuale dei bisogni e per cercare di csotruire insieme le soluzioni
  • Protocollo di Housing tra Comune, Farsi Prossimo e Fondazione San Carlo per rendere disponibili alloggi privati a canoni più bassi di quelli di mercato, in modo da dare una risposta in più all'emergenza abitativa