Feb
28

Genitori al centro ....Efficaci!

Da gennaio 2014 è partito un percorso sulla genitorialità iniziato con due serate dal titolo "Genitori al Centro" e conclusosi con l'avvio di un vero e proprio corso per genitori, rivolto a 25 genitori, con l'obiettivo di insegnare il famoso metodo "Genitori Efficaci" di Thomas Gordon.

Vol Genitori al centro Layout 300Perché  "Genitori al centro"?

Nasce da un mio desiderio di offrire al territorio momenti di confronto sui temi della genitorialità spostando il focus dai bisogni del bambini ai bisogni dei genitori. Ormai i genitori di oggi sono inondati da facili ricette proposte da psicologi vari che ci spiegano cosa bisogna fare per.....quasi sempre focalizzandosi sui bisogno dei bambini. Va bene tutto, quando si offrono occasioni per affrontare il tema della genitorialità, sono comunque occasioni di confronto e spunti di riflessioni. Quello che però manca secondo me in questi approcci tradizionali è proprio l'attenzione ai bisogni dei genitori.
Parlo da mamma di 3 figli che negli anni ha avuto modo di conoscere contesti e realtà diverse e confrontarsi con tante mamme. Davvero ne ho visto e vissute di cotte e di crude e ho imparato una cosa in cui credo profondamente: il benessere e l'equilibrio di un bambino NON può prescindere dal benessere e dall'equilibrio dei suoi genitori. Un genitore stressato, frustrato, cronicamente stanco e nervoso perché vede nel figlio, sì una grande fonte di gioia, ma anche la causa delle sue rinunce, non può trasmettere serenità ai propri figli e non può essere un buon educatore. Troppe mamme ho conosciuto che mi hanno fatto racconti tremendi: "non ho nemmeno il tempo per farmi una doccia in pace, sono anni che non vado al cinema, mio figlio mi ricatta di continuo e si mette ad urlare se non faccio quello che vuole lui, per uscire devo chiedere il permesso a mio figlio, non posso perché mio figlio non vuole, la sera ci metto due ore a far addormentare mio figlio, mio figlio dorme nel lettone da quando è nato, io e mio marito dormiamo da anni in letti separati perché la notte il bimbo si alza e vuole il papà tutto per sé, è una vita che non andiamo a cena fuori, la vita di coppia? ormai un ricordo lontano"..... e mi fermo qua, ma ne avrei una lista infinita. Quando sento questi racconti mi sembra di sentire la trama di un film dell'orrore. Si ok, sto esagerando, però davvero tanti genitori vivono i figli come piccoli tiranni. Non è sano, per nessuno, né per i genitori, né per i figli.
Per questo "Genitori al Centro".

L'idea nasce quindi dal riconoscere il bisogno, a volte non esplicitamente manifestato, di affrontare il tema della genitorialità da un'altra ottica e di avere momenti di riflessione e di scambio di esperienze con altri genitori, non informalmente ad un bar davanti ad un caffè, ma con un professionista che possa fungere da moderatore e da guida.


genitoriefficaciPerché il metodo Gordon e la scuola IACP?

Anni fa in libreria ho preso un mano un libro da titolo provocatorio "Genitori Efficaci" di Thomas Gordon. Ho aperto una pagina a caso, c'era una lista di comportamenti relazionali, li ho letti tutti e alla fine mi son detta "che bello li faccio tutti", salvo poi scoprire in fondo alla pagina che erano le cose "da non fare" in una relazione efficace. E così ho comprato il libro e ho fatto il corso per genitori efficaci insieme a mio marito. E' stato illuminante, utilissimo non solo per le relazioni con i propri figli, ma anche per le relazioni con gli adulti. Quando sono diventata Assessore alla Famiglia mi sono detta che avrei voluto portare quel corso a Cernusco e così ho contatto la scuola IACP (Istituto dell'Approccio Centrato sulla Persona) che detiene i diritti esclusivi per l'Italia per la formazione del metodo ideato da Thomas Gordon. Ho contattato la dottoressa Elena Faini, direttrice della sede di Milano della scuola, ed eccoci qua.
Ho ritenuto giusto far precedere al corso i due seminari di gennaio per dare la possibilità a tutti di conoscere il metodo e avere un'opportunità di riflessione sui loro bisogni e le loro fatiche. Il primo incontro del 14 gennaio, "La fatica di educare: i bisogni dei bambini, i bisogni dei genitori", è stato molto positivo. C'erano 35 genitori e il messaggio è arrivato: loro stessi hanno detto che sono stati attratti e incuriositi dal fatto che una volta tanto si parlasse delle fatiche e dei bisogni dei genitori e non solo di quelli dei bambini.
Il 28 gennaio il secondo appuntamento con la dottoressa Faini dal titolo "Comunicare in modo efficace: la promozione dell'autostima e dell'autonomia nei bambini", ha visto la partecipazione di circa 90 persone attirati dal tema della comunicazione e dell'autostima. Si perché la comunicazione è spesso sottovalutata, ma invece è importantissima. Quante volte i risultati nella relazione con gli altri dipendono da come comunichiamo? Una stessa cosa detta in modi diversi può avere effetti completamente diversi. L'incontro è stato interattivo e molto apprezzato.

In seguito ai due appuntamenti di gennaio abbiamo deciso di far partire un corso vero e proprio per insegnare il metodo inventato da Thomas Gordon e noto come "Genitori Efficaci": corso intensivo di 8 incontri di 3 ore l'uno, per un massimo di 25 persone, con la richiesta di un piccolo contributo di 50 euro a partecipante per sostenere i costi del materiale e una piccola compartecipazione all'affitto degli spazi.

Il 19 febbraio alle ore 20.45 in Filanda c'è stata la serata aperta a tutti in cui la Dott.ssa Giusi Dossena, conduttrice del corso Gordon, ha presentato il corso e la sua metodologia. Ancora prima della serata del 19 sono arrivate agli uffici del comune più di 30 pre-iscrizioni che poi sono diventate più di 50 la serata stessa.

Vista la grande richiesta ci siamo impegnati, come amministrazione, a trovare le risorse necessarie e far partire anche un secondo corso. E speriamo di riuscire a mantenere questo impegno anche nei prossimi anni.

Il corso sarà un intenso lavoro in cui i partecipanti dovranno mettersi in gioco, portare la loro esperienza e guidati dalla dottoressa Dossena (che conduce da anni questi corsi) riflettere sui loro comportamenti e sulle situazioni che vivono con difficoltà, con lo scopo ovviamente di avviarsi al cambiamento per il benessere di tutta la famiglia.

L'essere genitori se vissuto male può fare grandi danni a sé stessi e ai nostri piccoli che saranno gli adulti di domani. I bambini ci respirano, seguono il nostro esempio. Far crescere persone autonome, consapevoli, con stima di sé stessi e allo stesso tempo umili e rispettosi dei bisogni altrui e capaci di affrontare e prendere in mano la propria vita è un compito difficile, che ci mette spesso a dura prova. E' l'educazione, che non può essere solo delegata alla scuola. E' una nostra responsabilità di genitori da cui non possiamo sfuggire. Non si nasce genitori, si diventa col tempo, con l'attenzione, con l'equilibrio, studiando, confrontandosi e anche facendosi aiutare.
Per questo è importante investire sulla genitorialità e come Assessore alla Famiglia lo sento come un dovere.

 

Un altro interessante appuntamento per genitori organizzato dall'Amministrazione nell'ambito delle politiche giovanili, è stato "G...come genitori", ciclo di incontri su temi specifici relativi alla fascia di età dell'adolescenza. Questo il calendario e i temi:


12 novembre ore 20.45 - "Non finirà mai questa adolescenza". Rischi e risorse nell'età del cambiamento

19 novembre ore 20.45 - "Blog, msn, chat, fb, tweet... mio figlio parla... e io non capisco niente". Adolescenza 2.0, alla scoperta di un nuovo mondo fra pericoli e potenzialità

26 novembre ore 20.45 - "Ma dove credi di andare vestito/a così". La scoperta della sessualità e l'esibizione del proprio corpo tra tronisti, veline, letterine, reality show

3 dicembre ore 20,45 - "Trasgredisco, ergo sum". Capire i motivi che spingono ad uscire dagli schemi: dal consumo di alcool all'abuso di sostanze

10 dicembre ore 20.45 - "Questa casa non è un albergo". Le trattative per orari, soldi, scuola, amicizie e regole in genere