Feb
15

L'Accoglienza dei nuovi Cernuschesi

Sabato 8 febbraio 2014 alla Catruccabimbi Accogli un Cernuschesesa delle Arti si è svolto il secondo evento del progetto di accoglienza dei nuovi cernuschesi.

Invitati 190 nuovi nuclei familiari che hanno preso la residenza a Cernusco tra il 15 settembre 2013 e il 15 gennaio 2014.

Il progetto di accoglienza è partito nell'estate 2013 su proposta delle due associazioni Talenti in Circolo ed Eccemamma. L'amministrazione ha riconosciuto la rilevanza e la validità del progetto e ha ritenuto di realizzarlo deliberando una collaborazione tra l'ente e le associazioni e disciplinando l'impegno di quest'ultime a gestire e organizzare gli eventi di accoglienza per un periodo di sperimentazione di un anno.
Il progetto prevede anche la partecipazione delle associazioni del territorio che vogliano aderire, prevede la ricerca di sponsor da parte delle due associazioni proponenti, e prevede la collaborazione dell'ufficio anagrafe per l'invio ai nuovi residenti delle lettere di invito, dell'ufficio stampa e cultura per la preparazione del kit di benvenuto contenente materiale di comunicazione dell'ente e informazioni sugli eventi culturali del momento.

A seguito dei due eventi di settembre e di febbraio mi permetto di fare alcune considerazioni.

Innanzitutto mi ritengo soddisfatta dell'evoluzione che ha avuto il progetto apportando, nell'evento di febbraio, alcune importanti migliorie nell'organizzazione che hanno reso questo secondo evento una festa molto più organica e gioiosa.

I nuovi cernuschesi infatti sono stati intrattenuti per circa 40 minuti nell'auditorium della Casa delle Arti: prima un paio di canti del coro femminile Philomela, poi due video del FAI su Villa Alari e le Grotte del Tempio della Notte, poi il benvenuto del prevosto Don Ettore, poi ancora il benvenuto del sindaco Comincini e della giunta.  Alla fine, tutti nel foyer a fare merenda e a conoscersi!

La soddisfazione è data anche dalla significativa adesione delle associazioni, che hanno capito lo spirito del progetto. Adesione che riflette appieno l'importanza che il tessuto associazionistico ha sul nostro territorio.
Altro pezzo importante e per niente banale è l'aspetto delle famiglie accoglienti che hanno rinnovato la loro disponibilità a farsi referenti tutor dei nuovi cittadini.

La forte approvazione che ci è arrivata dai cittadini stessi e da altri comuni ci fa dire che un evento di accoglienza come questo, anche se simbolico, arriva al cuore delle persone, funziona, ci fa un po' di più assomigliare ai paesi del Nord Europa in cui queste prassi sono ormai consolidate da anni.
La soddisfazione mi deriva, non solo dalla riconoscenza palesata dai partecipanti all'evento e anche da coloro che non sono riusciti a venire e che ci hanno comunque comunicato il loro apprezzamento, ma soprattutto dal fatto che questo progetto è la rappresentazione di come possa funzionare una collaborazione pubblico-privato

Il privato sociale si mette in gioco e impegna risorse umane, competenze, contatti, e non solo, per il bene della comunità tutta. Il pubblico, in questo caso il comune, fa da garante, da sostenitore e delega quasi in toto l'organizzazione perché da solo farebbe una grande fatica ad occuparsene, a causa della scarsità delle risorse e del personale che è sempre molto impegnato sull'ordinaria amministrazione, e anche a causa di una burocrazia un po' pesante. Per questo motivo, questo tipo di collaborazioni vanno incentivate e valorizzate. Va valorizzato il supporto dato dalle associazioni, il loro impegno e l'esempio virtiuoso che danno.

Mi stupisco quando sento persone sospettose che si immaginano chissà quali secondi fini dietro all'impegno di un'associazione. Invece la risposta è molto semplice: E' PURO SENSO CIVICO. Il desiderio di fare del bene per la nostra comunità. E per fortuna non è una merce così rara. Ho conosciuto tante persone che ce l'hanno, qua a Cernusco tantissime!

È per questo che mi sento di dover ringraziare le associazioni senza le quali questi eventi non sarebbero possibili.

In particolare ringrazio Eccemamma per il lavoro fatto sul tema delle famiglie accoglienti e per aver offerto il buffet, Talenti in Circolo per l'organizzazione tecnica e il supporto, il Coro Femminile Philomela per la performance offerta, Associazione Centro Teatrale MaMiMò per aver messo a disposizione l'attore che ha condotto parte dell'evento, l'Associazione Vivi Martesana per essersi messi a disposizione per una visita guidata della città per i nuovi residenti, le altre associazioni che hanno presenziato e anche gli sponsor Mobilissimo, Assicurazioni Luca Sirtori, e Helen Doron e la Cooperativa Comin per aver offerto l'intrattenimento dei bambini.

Qua i video dell'evento di settembre.

La rassegna stampa

Fuori dal Comune - 14 febbraio 2014 - Accogli un Cernuschese

La Gazzetta della Martesana - 10 febbraio 2014 - Accogli un Cernuschese

Il Giorno - 09 febbraio 2014 - Accogli un Cernuschese

In Folio - 14 febbraio 2014 - Buona anche la seconda. Accolti 60 neo cernuschesi